giovedì 30 maggio 2013

Crostatine con Marmellata di Fragole e Pesche Sciroppate

Stampi per crostatine Guardini

Qualche giorno fa avevo voglia di un dolcetto in monoporzione ed in frigo un fondo della mia marmellata di fragole e delle pesche sciroppate sempre home made e che appena posso vi posto la ricetta. Ho preferito coprire le crostatine con il coperchio di frolla, in maniera da non asciugare troppo la marmellata e far si che le pesche rimanessero umide.
Un dolce che vi consiglio di provare, anche con altre farce, ma vi assicuro che l'abbinamento fragola/pesca è proprio buono!


Crostatine con marmellata di fragole e pesce sciroppate
Dosi per otto crostatine
- 300 g di frolla, per la frolla vedi qui e qui
- 1 cucchiaio di Marmellata di fragole  per crostatina
- 8 mezze pesche sciroppate
- burro e farina per lo stampo
- Zucchero a velo per decorare
 
- Stendere la frolla e foderare gli stampi delle crostatine imburrati ed infarinati
- Stendere la marmellata sul fondo di ogni crostatina (se dovesse risultare dura passatela prima al mixer) e su di essa la pesca sciroppata tagliata a fette
- Ricoprire con un nuovo disco di frolla e chiudere bene i bordi
- Infornare in forno caldo a 170°C per circa 18-20 minuti, controllare comunque la cottura: come i bordi della crostatina dorano togliere dal forno
- Raffreddare e cospargere di zucchero a velo

martedì 28 maggio 2013

Insalata di Ceci


Buon lunedì! E che freddo che fa! In parecchie case sono stati riaccesi i riscaldamenti ed io ho dovuto riprendere delle cosine invernali che avevo messo via con i cambi di stagione. La notte stiamo di nuovo dormendo con plaid e coperte! Ed ieri abbiamo pranzato con un fumante brodo di carne! E ci stava proprio bene eh!
Ma in barba al tempo, e dopo la macedonia tricolore, io vi ripropongo un piatto estivo, perché tanto a breve, sono certa che il caldo arriverà e con esso la voglia di piatti leggeri e freschi!



Insalata di Ceci estiva
Dosi per due persone
- Una scatola di ceci già cotti (370g)
- 200 g di formaggio primosale
- Una decina di olive verdi denocciolate
- 8 fette di pomodori secchi sottolio
- Rucola
- Sale e pepe
- Olio extravergine di oliva

 

- Tagliare il primo sale a tocchetti e le fette di pomodori secchi a listerelle
- Gocciolare i ceci e condirli in una capace scodella con tutti gli ingredienti, aggiungendo per ultime le foglie di rucola tagliate
- Servire subito o conservare in frigo coprendo con pellicola per alimenti
- A piacere si può aggiungere qualche cucchiaio di aceto balsamico

 

sabato 25 maggio 2013

Coppette di Macedonia Tricolore con Crema allo Yogurt

 
Oggi vi propongo una macedonia fresca e colorata sperando che sia di buon auspicio alle belle giornate, calde e soleggiate!
Con poco zucchero nella frutta e addolcita dal solo miele nello yogurt diventa una coccola leggera e sana, così da non sentirsi troppo in colpa con la bilancia.

 
Coppette di macedonia tricolore con crema allo yogurt
Dosi per due coppette
- Un vasetto di yogurt bianco magro
- 2 cucchiaini di miele
- 10 fragole
- 2 kiwi
- 1 banana
- 1 cucchiaio di zucchero
-  il succo di 1/2 limone
 
- Tagliare il kiwi e le banane a rondelle e le fragole di lungo in quattro metà, porre in una ciotolina ed irrorare con il succo del limone, aggiungere lo zucchero e rigirare delicatamente
- Mescolare lo yogurt con il miele e dividere in due coppette individuali
- Mettere i pezzi di frutta nella coppetta in due strati, avendo cura di disporre il secondo strato come in foto
- Conservare in frigo
 
Note
- Potrete usare il miele che più vi piace per insaporire lo yogurt
- Potrete ridurre anche la frutta a pezzi piccoli
- La macedonia può essere preparata prima e conservata in frigo, assemblatela poi solo al momento di servire, non fatelo prima altrimenti la frutta rilascerà la sua acqua di vegetazione nella coppetta

Questa ricetta partecipa alla raccolta "voglia di insalata" del blog "oggi pane e salame, domani...."

giovedì 23 maggio 2013

Fiorellini con Farina di Farro e Riso

 
Nei pomeriggi piovosi, ed ultimamente ce ne sono tanti, quello che adoro fare di più per occupare il tempo è biscottare. La trovo un'attività divertente per la mia bambina e rilassante per me che posso sperimentare nuove ricette con la mia biscuits.
Questi teneri fiorellini sono davvero molto buoni e si conservano benissimo chiusi in scatole ermetiche. L'impasto non vi darà problemi se volete usare una sparabiscotti, fidatevi! E se non l'avete si presterà comunque per essere steso ed intagliato con le vostre formine preferite!
Io ho farcito i fiorellini con marmellata di fragole e ciliegie candite, qualcuno l'ho lasciato in bianco per tuffarlo nel latte del mattino (o nella tazzina del caffè)!


Biscotti con farina di farro e riso
Dosi per circa 38 biscotti realizzati con biscuits Marcato
- 100 g di farina 00
- 80 g di farina di riso
- 70 g di farina di farro
- 75 g di burro a temperatura ambiente
- 75 g di zucchero
- 1 uovo
- 50 ml di latte
- 1 cucchiaino da tè di lievito per dolci
Per la farcia
- Ciliegie candite
- Marmellata di fragole
 
- Miscelare le farine con il lievito ed impastare con il burro ammorbidito a temperatura ambiente, il latte, lo zucchero e l'uovo fino ad ottenere un panetto omogeneo
- Avvolgere in pellicola e lasciar riposare in frigo per 30 minuti
- Riprendere l'impasto ed inserire piccole porzioni nella biscuits e sparare direttamente su leccarda (senza carta forno) oppure stendere su un piano leggermente infarinato e ritagliare i biscotti, porre su leccarda con carta forno
- Infornare a 170°C per circa 18-15 minuti
 
Note
- I biscotti vanno decorati con la marmellata che preferite o con la frutta candita prima di essere infornati
- Infornate sempre una leccarda alla volta, facendo attenzione alla seconda infornata che cuocerà prima
- In scatole ermetiche si conservano anche 15 giorni
- Il lievito per dolci può essere omesso ma avrete biscotti meno gonfi

martedì 21 maggio 2013

Filetto di Maiale al Vino Rosso

Casseruola LeCreuset
Un secondo di carne saporito, tenero e succoso! Inoltre, piuttosto veloce da preparare! Munitevi di un buon vino rosso corposo ed il risultato è garantito!


Filetto di maiale al vino rosso
Dosi per 4 persone
- 800 g di filetto di maiale (carré)
- 250 ml di vino rosso
- uno spicchio di aglio
- 2 cucchiai di olio evo
- un rametto di rosmarino
- sale e pepe
 
- Strofinare la carne con l'aglio e rosolarla, su ogni lato, in una casseruola (la mia LeCreuset) con l'olio evo, salare
- Versare il vino ed aggiungere il rosmarino e portare lentamente a cottura, rigirando di tanto in tanto e bagnando con il sughetto di cottura
- Cuocere per circa 40 minuti, quindi tagliare la carne a fette sottili e servire calda con il sughetto di cottura

lunedì 20 maggio 2013

Taieddhra Riso, Patate e Cozze

 
Adoro l'MTC per le mille possibilità che ti regala!
Il confronto, la sfida giocosa, le nuove conoscenze, lo scambio di consigli, la voglia e la possibilità di scoprire le origini e i tanti modi di interpretare un piatto. Si parte da una ricetta è se ne scoprono tante varianti grazie alle abili capacità di chi vi partecipa.
Questo mese Cristian ci propone riso, patate e cozze e ci regala la sua ricetta di famiglia, quella della sua mamma e i suoi utilissimi consigli scaturiti dall'esperienza preziosa di un piatto che si tramanda di generazione in generazione con le sue piccole o grandi varianti, come succede per tutte le ricette tipiche di un luogo!
Io che non ho mai cucinato questo piatto l'ho ripetuto tal quale, senza interpretazioni personali!
In famiglia è piaciuto tanto, anche il giorno dopo! E' certo che cucinata nel suo luogo di origine avrà un sapore tutto suo che mi piacerebbe scoprire un giorno. Chissà!


Taieddhra riso, patate e cozze
Dalla ricetta di Cristian
Dosi per 4/6 persone
- 300 g di riso
- 1 Kg e mezzo di cozze
- 2 patate grandi
- 3 zucchine
- 1 cipolla
- 5 pomodorini ciliegino
- formaggio grattugiato (metà pecorino e metà grana)
- Olio evo (di produzione propria)

- Pulire per bene le cozze ed aprirle sul fuoco senza farle cuocere troppo
- Una volta aperte, prelevarle da guscio e conservare la loro acqua di cottura
- Pulire e tagliare a rondelle le patate, le zucchine e la cipolla, mescolare tutto insieme e condirle con poco olio
- Sciacquare il riso sotto l'acqua corrente
- In un tegame disporre alla base parte di patate, zucchine e cipolla, quindi tutto il riso in uno strato sottile, i pomodorini tagliati a metà, le cozze e metà del formaggio grattugiato, coprire con le rimanenti patate e zucchine e formaggio grattugiato
- Coprire con l'acqua delle cozze ed un mestolo di brodo coprendo a filo la taieddhra, irrorare con un filo di olio
- Infornare a 160°C per 1 ora abbondante
 
Note
- Io ho usato un mestolo di brodo preparato con carota, patata e bietola (quello del bambino quindi senza sale) ma se non ne avete Cristian consiglia anche semplice acqua
 
Con questa ricetta partecipo all'MTC di maggio

 
 
 
 
 
 

mercoledì 15 maggio 2013

Coste di Bietola in Pastella

Sotto fritto in carta ICookcake

Uso molto le bietole in cucina, ci piacciono e fanno tanto bene, in più le trovo quasi tutto l'anno!
Quando le trovo con foglie molto grandi uso queste ultime per fare involtini di vario genere. Un modo diverso invece di usare le coste è quello di passarle in pastella e friggerle.


Coste di bietola in pastella
- Coste di bietola
- Farina
- acqua frizzante q.b.
- 1 uovo
- sale
- Olio per friggere

- Lavare e tagliare in pezzi le coste di bietola (se molto grandi)
- Preparare la pastella con farina, uovo e sale, in funzione della quantità di coste da preparare dovrete ottenere una pastella fluida e cremosa
- Passare nella pastella le coste di bietola e friggerle in abbondante olio caldo
- Servire calde

Note
- Consiglio di sbollentare per qualche minuto le coste prima di passarle in pastella solo se molto grandi

martedì 14 maggio 2013

Calamari e Carciofi al Cartoccio


I secondi di pesce non sono molto facili da fotografare, questo almeno per me è ovvio!!!
Se la foto non riesce a parlare, vi assicuro che la tenerezza e la succosità conservata dai calamari cotti in questo modo vi sorprenderà!
Questo secondo è molto semplice da preparare oltre che versatile, potendo sostituire i calamari con le seppie e le verdure con quello che vi piace (anche insalata)! A voi la scelta, ma se fate questa ricetta fatene in abbondanza perché vi assicuro che piacerà!

 
 
Calamari e carciofi al cartoccio
Dosi per 4 persone
- 600 g di calamari puliti
- 6 carciofi
- foglie di bietole grandi
- erba cipollina
- Pan grattato
- il succo di un limone
- olio evo
- sale
- pepe
 
- Pulire i carciofi eliminando i gambi e le foglie esterne dure, tagliarli a metà rimuovendo l'eventuale barbetta con un cucchiaino e tagliare in quattro spicchi, trasferire man mano in acqua e succo di limone perché non anneriscano
- Trasferire i tentacoli dei calamari in una scodella, aggiungere gli spicchi di carciofi, l'erba cipollina, l'olio ed il sale, mescolare per amalgamare il tutto
- Rivestire una pirofila capiente con carta alluminio e disporvi alla base le foglie di bietole lavate ed asciugate, quindi versare sopra il composto di carciofi e tentacoli
- Adagiare su quest'ultimo i calamari, cospargere con pepe e pangrattato
- Chiudere il cartoccio di carta alluminio ed infornare a 180°C per circa 30-40 minuti
 
 

venerdì 10 maggio 2013

Gelato con Cioccolato al Latte


Ho usato poco la gelatiera lo scorso anno, ma per questa estate ho deciso di rifarmi.
Ho fatto questo gelato al cioccolato due volte! Con la prima ho usato il cioccolato delle uova di Pasqua e ve lo sconsiglio se la qualità non è delle migliori. Viceversa con un buon cioccolato di partenza il risultato è buono!
Le foto le ho scattate con il gelato appena uscito dal freezer ma dopo un po' assume la giusta cremosità!  


Gelato con cioccolato al latte
- 160 g di cioccolato al latte
- 200 g di latte intero
- 200 g di panna
 
- Spezzettare il cioccolato e porlo in una casseruola, quindi scioglierlo a bagnomaria con qualche cucchiaio di latte (a fiamma molto dolce)
- Quando il cioccolato è tutto sciolto, aggiungere il resto del latte, poco per volta per amalgamare bene gli ingredienti
- Togliere dal fuoco e addizionare la panna
- Lasciare raffreddare  e versare nella gelatiera
 
Note
- Non ho aggiunto zucchero a questa ricetta perché la cioccolata usata era già zuccherata di suo

mercoledì 8 maggio 2013

Carciofi Ripieni al Pomodoro


Il periodo dei carciofi è quasi finito, quindi prima che passi del tutto approfitto per postarvi questa ricetta che potrete fare ancora per poco tempo, se ne avrete voglia!

Carciofi ripieni al pomodoro
Dosi per 4 persone
- 4 bei carciofi
- pane raffermo
- 1 o 2 uova (in base alla quantità di pane)
- 1 aglio
- un bel ciuffo di prezzemolo
- 80 g di mortadella
- 50 g di formaggio grattugiato
- latte q.b.
- sale
- pepe
E ancora
- Sugo di pomodoro

- Pulire i carciofi eliminando i gambi, le foglie esterne più dure e la punta, allargarli per bene, lavarli ed immergerli in acqua e limone perché non anneriscano
- Preparare il ripieno mescolando il pane raffermo ammorbidito nel latte, le uova, il formaggio, il sale ed il pepe, la mortadella, l'aglio ed il prezzemolo tritati
- Gocciolare bene i carciofi, riempirli con il composto preparato ed immergerli nella pentola come  il sugo prende l'ebollizione
- Cuocere per 30/40 minuti a fiamma dolce

sabato 4 maggio 2013

Marmellata di Fragole

Coprivasetti e targhette adesive realizzati con carta Star
 
E siamo a sabato e ad un'altra settimana trascorsa di volata!
Vi avevo anticipato che di ricette con protagoniste le fragole ce ne sarebbero state tante!
Ebbene, concludiamo la scia fragolosa della settimana con questa confettura!
Se avete una pentola antiaderente, meglio se con rivestimento in ceramica, la marmellata cuoce praticamente da se. Io uso questa casseruola della Domo: due ore di cottura a fiamma dolce ed ho girato un po' verso la fine; la marmellata non si è attaccata al fondo!
Se poi volete abbreviare i tempi con un addensante tipo fruttapec la marmellata è pronta in pochi minuti. Io comunque non l'ho usato e guardate che risultato!
 

Marmellata di fragole
- 1,5 Kg di fragole
- 800 g di zucchero
- il succo di mezzo limone
 
- Lavare le fragole e frullarle con lo zucchero
- Mettere il composto in una capace casseruola, aggiungere il succo del limone e cuocere a fiamma dolce per circa 2 ore
- Riporre in vasi sterili, chiudere ermeticamente e sterilizzare con bagnomaria per circa 10 minuti dalla bollitura
 
Note
- Per riconoscere il giusto grado di cottura della marmellata basta versarne qualche goccia su un piatto e se questa non scivola via ma rimane intatta la marmellata è pronta
- La quantità di zucchero può essere diminuita a Vs piacere, per i nostri gusti era giusta
- Se non amate i semini delle fragole allora passatele allo staccio prima di mescolarle allo zucchero
- Io sterilizzo sempre al bagnomaria le mie marmellate, in questo modo una volta aperte si conservano qualche giorno in più rispetto a quelle che non hanno subito la bollitura
- Con un addensate tipo fruttapec i tempi di cottura sono ridotti a quanto indicato sulla confezione

venerdì 3 maggio 2013

Gelato alla Fragola


Il caldo è arrivato e con esso la voglia di gelati cremosi e golosi, meglio ancora se con frutta di stagione.
Io li preferisco nel cono, così da sgranocchiare la cialda che diventa morbida pian piano! Quando però hanno quei bei pezzi di frutta dentro li voglio in una bella coppa, così da affondare il cucchiaino nella morbida crema per pescare i tocchetti di frutta.
La ricetta che vi lascio oggi è molto semplice e fatta di pochi ingredienti: panna, zucchero e tante fragole, così da sentire tutto l'inteso sapore di questo goloso frutto!


Gelato alla fragola
Dosi per 8 persone
- 500 g di fragole
- 200 g di panna zuccherata
- 150 g di zucchero
 
- Pulire le fragole e frullarle con lo zucchero, aggiungere la panna e continuare a frullare per montare leggermente il composto
- Trasferire in gelatiera
 
Note
- Per un gelato con pezzi di frutta, conservate qualche fragola che tagliere a piccoli pezzi da aggiungere alla gelatiera con il composto di panna, fragole frullate e zucchero

giovedì 2 maggio 2013

Crostata di Fragole e Ricotta


Dopo la bavarese alle fragole ed il plumcake con panna e fragole ecco oggi un nuovo dolce con questo frutto profumato! La particolarità di questa crostata  e che le fragole sono cotte al forno con la ricotta. E' davvero molto buona, fresca e saporita! Finita in un lampo!
E con le fragole non è mica finita qui!
 
 
 
Crostata di fragole e ricotta
Per la frolla al latte
- 350 g di farina
- 120 g di burro freddo
- 2 uova
- latte q.b.
- 150 g di zucchero
Per il ripieno
- 500 g di fragole
- 250 g di ricotta
- 150 g di zucchero
 
- Fare la fontana con la farina e lo zucchero e disporvi al centro le uova battute ed il burro a pezzetti
- Iniziare ad impastare aggiungendo latte quanto basta per ottenere un impasto morbido ed omogeneo
- Avvolgere in pellicola per alimenti e lasciar riposare in frigo per circa 30 minuti
- Preparare il ripieno lavorando la ricotta con lo zucchero e tagliare a pezzi piccoli le fragole
- Riprendere l'impasto, stenderlo con un mattarello e rivestire un teglia per crostate rivestita di carta forno oppure ben imburrata ed infarinata
- Bucherellare il fondo della pasta con i rebbi di una forchetta e distribuirvi il composto di ricotta e zucchero, coprendo poi con i pezzi di fragola
- Decorare la crostata con le strisce di pasta ed infornare in forno caldo a 180°C fino a doratura (circa 35 minuti)
 
 

mercoledì 1 maggio 2013

Strudel Rustico con Erbette, Provola Affumicata e Ricotta Salata


Che a casa nostra si consumano tante verdure lo avrete oramai capito e che queste rientrano spesso in calzoni e torte rustiche anche!
Questa è la versione di pasta strudel senza uova (ottima e veloce da prepare) mentre per quella con uova vi rimando a qui e qui.


Strudel rustico con erbette e provola affumicata
Per la pasta strudel
- 250 g di farina
- 4 cucchiai di olio evo
- sale
- acqua q.b.
Per il ripieno
- Catalogna
- Spinaci
- Scarola dolce
- 150 g di provola affumicata
- 70 g di ricotta salata (quella dura da grattugiare)
- Timo e maggiorana
- Olio evo
- Sale e pepe

- Preparare la pasta strudel mettendo al centro della fontana formata con la farina l'olio, il sale e acqua tiepida q.b. per ottenere un composto omogeneo da lavorare bene
- Riporre il panetto in un piatto e coprire con una scodella calda (bagnata con acqua bollente e poi asciugata) e lasciar riposare per 30 minuti
- Sbollentare brevemente le verdure in acqua salata (anche tutte insieme) e ripassarle in padella con olio evo, pepe, timo e maggiorana
- Stendere l'impasto in una sfoglia molto sottile (se ci mettete una mano sotto questa si deve vedere) e riempirla con il ripieno oramai freddo e la provola con la ricotta salata tagliata in piccoli pezzi
- Ripiegare verso l'interno i bordi sui lati corti delle strudel, quindi arrotolare il rustico su stesso
- Pennellare con olio evo ed infornare a 190°C per 40-45 minuti
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...