domenica 3 maggio 2015

Brioche all'olio a lievitazione naturale senza uova

Brioche con olio d'oliva

Queste brioche a lievitazione naturale le faccio da tempo. Infatti le foto sono d'archivio, non mi piacciono molto, ma ogni volta che sforno queste brioche non ho mai il tempo di farne di nuove. Posto la ricetta solo oggi perché nel tempo l'ho ben collaudata, anche variando l'uso dei grassi (olio, strutto, burro) e dei mezzi liquidi (acqua oppure latte). Io ve le consiglio con l'olio, oltre che più salutari, sono molto buone e si mantengono morbide anche per due giorni. Ovvio che con il burro o lo strutto hanno quel pizzico di sapore e di sofficità in più che le contraddistingue!
Nella lavorazione c'è un passaggio che troverete un po' particolare: mi bagno le mani con il latte e procedo a lavorare e fare le pieghe, prima della seconda lievitazione. E' singolare lo so, ma le faccio in questo modo da quasi due anni e la differenza tra il panetto dopo la prima e la seconda lievitazione ha dell'incredibile.


Brioche all'olio, a lievitazione naturale, senza uova
Dosi per circa 9 pezzi
- 300 g di farina manitoba
- 60 g di lievito madre attivo
- 120 g di latte
- 90 g di olio di semi (sostituibile con strutto tiepido oppure metà burro vaccino fuso e metà olio)
- 70 g di zucchero
- 1 cucchiaino di malto
- 2 cucchiai di latte

- Sciogliete il lievito madre nel latte oppure nell'acqua tiepida con il malto, poi impastate tutti gli ingredienti in planetaria oppure in macchina del pane (il lavoro può essere fatto tranquillamente  anche a mano). Impastate bene per almeno 15 minuti, in modo da ottenere un panetto omogeneo. Spegnete e lasciate riposare 30 minuti circa, quindi trasferite su spianatoia, rilavorate brevemente, fate un giro di pieghe e trasferite il composto in ciotola leggermente unta, coprite con pellicola e fate riposare in frigo per tutta la notte
- Il mattino seguente, tirate fuori l'impasto dal frigo e fatelo ambientare un paio d'ore, quindi trasferitelo su spianatoia. L'impasto si presenterà piuttosto duro, va bene così.
- Bagnatevi le mani con il latte, poi sgonfiate l'impasto con i pugni e lavoratelo brevemente, addizionando un altro cucchiaio da tavola di latte; quando il latte sarà ben assorbito, fate una palla con l'impasto e riponete in ciotola fino al raddoppio a temperatura ambiente (dalle 4 alle 6 ore).



 
- Riprendere l'impasto, trasferitelo  su spianatoia, sgonfiatelo delicatamente e fare 2 giri di pieghe (a questo punto il panetto dovrà essere molto soffice e noterete delle bolle d'aria durante le pieghe), copritelo con ciotola e lasciatelo riposare ancora 30 minuti, quindi dividete in 9 panetti e formate le brioche, disponendole man mano su teglie rivestite di carta forno
- Fate lievitare le brioche in luogo caldo fino al raddoppio (circa 4-6 ore), poi pennellatele con latte e cospargetele di zuccherini e infornatele a 160°C fino a doratura (per me circa 15 minuti

Tabella di marcia
 
 
 
Sera
Lavorazione  (20 minuti)
Riposo (30 minuti)
1° lievitazione in frigo tutta la notte
Mattina
Ambientazione a t.a. (2 ore)
Lavorazione e 2° lievitazione (4/6 ore)
Lavorazione
3 riposo (30m)
Formatura e 3° lievitazione (4/6 ore)





Nota
- Le brioche si mantengono morbide anche per due giorni
- Con la dose di zucchero su indicata, le brioche sono belle dolci
- Io faccio queste brioche indifferentemente con acqua oppure latte, con la prima le trovo un po' più leggere

Con questa ricetta partecipo al contest di Alice  sui lievitati


14 commenti:

  1. Mi piacciono in generale tutti i tipi di brioche, proverò la versione all'olio ma anche quella al burro ^_^ , buona domenica.

    RispondiElimina
  2. Aggiungo la tua collaudata ricetta alla lista dei lievitati da sperimentare. E stai certa che mi bagnerò le mani nel latte, in fondo non c'era qualcuno che ci faceva addirittura il bagno?!?
    V.

    RispondiElimina
  3. Buongiorno cara, che bel risveglio con delle brioche così. Io ho già fatto colazione con una bella fetta di cheesecake, che posterò prossimamente.
    Questo fine settimana ti metti a nuovo le pareti..che bello disinfetta la casa e ti da il senso di pulito..io quando lo faccio sono in festa, anche se poi mi tocca pulire tutto.
    Noi siamo stati a casa come solito e come solito mio marito ha lavorato anche in giorni di festa, Sarebbe bello che i negozi stessero chiuso la domenica e festivi..non si capisce più niente.C'è da dire che chi ha un lavoro , meglio così, ma è esagerato e controsenso rispetto a chi non ne ha.
    Fortunata tu, hai l'uscita dai tuoi genitori, che fa sempre piacere.
    Baci a voi tutti e buona giornata

    RispondiElimina
  4. Tesoro grazie di partecipare al mio contest con queste brioche golosissime, adoro fare colazione così la domenica mattina!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  5. Sono un vero spettacolo! Ormai le faccio anche io senza leuova.. e vengono ottime!!!! da provare anche il tuo procedimento... baci e buona domenica! :-D

    RispondiElimina
  6. Complimenti Natalia, queste briosche all'olio con il lievito madre sono fantastiche!
    Bravissima!
    Un abbraccio e felice domenica!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  7. Ma Natalia il trucchetto delle mani bagnate di latte è una vera novità,che deve essere subito provata!E proverò proprio con queste brooche...a te le foto non piaceranno,ma sanno così ben descrivere la sofficita' di questo impasto.Nuvolette da assaggiare quanto prima...baci cara e buona domenica!

    RispondiElimina
  8. sembrano straordinarie, quanta pazienza, ma ne vale la pena, bravissima!!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  9. ricetta senza uova? la copiamo subito. sembrano sofficissime|

    RispondiElimina
  10. O_O che spettacolo Natalia!! sei bravissima! baciiii

    RispondiElimina
  11. bellissime,morbidissime,brava e felice sera

    RispondiElimina
  12. Bellissime, morbide e con un pò di farcitura in mezzo sono ottime per la colazione e non solo !

    RispondiElimina
  13. sembrano davvero sofficissime, rimpiango di aver ucciso il mio lievito!!!! Che mani d'oro che hai!

    RispondiElimina
  14. Hanno un aspetto magnifico Natalia queste bioches... leggere come una nuvola!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...