martedì 13 maggio 2014

Babà al pistacchio


Il babà, accanto alla zuppetta e alla sfogliatella, è tra i dolci che più mi ricordano le domeniche in famiglia, quando a fine pasto si apriva il grosso cartoccio di pastarelle pieno zeppo di tanta bontà oppure si portava in tavola quello fatto in casa da mia mamma, in una versione super gigante, contornato da tanti "babbini", con una deliziosa crema pasticcera accompagnata dalle  amarene conservate al sole.
Naturalmente anche io faccio spesso il babà e stranamente non ho mai avuto modo di postarlo qui sul blog. Ma a dirla tutta qui manca anche la mia versione di pastiera nonché quella delle chiacchiere.
Negli anni di ricette ne ho provate tantissime, perché del babà, come di tante altre preparazioni, ognuno ha la sua ricetta personale. Però sono contenta ogni volta di provare, perché da ognuno c'è sempre qualcosa da imparare e di cui fare tesoro.


Ed ecco che per la sfida di maggio dell'MTC, Antonietta ci propone il babà. Ed io faccio i salti di gioia non solo per la possibilità di provare una nuova versione un bel po' diversa dalla mia, ma anche per cimentarmi in quella con lievito madre (prossimamente, almeno spero) che ho provato una sola volta e con risultati deludenti.
Questo mese è' come avere un'amica che ti passa la sua ricetta e ti dice "provala a fare così e vedrai che buona". E, cara Antonietta ti di dico che il tuo babà mi è piaciuto tantissimo, che entrerà nel ricettario di casa, accanto alle altre uniche due versioni che hanno avuto l'approvazione in famiglia. Morbido appena sfornato, si inzuppa velocemente ed ha un sapore talmente buono che potrebbe essere consumato anche così com'è.
Di solito per il babà uso una bagna a base di rhum ed una copertura con crema pasticcera e amarene/fragole/fragoline di bosco. Nella ricetta di oggi ho voluto osare qualcosa di diverso, con bagna e crema al pistacchio. A dire il vero io di babà ne ho fatti due, solo che il primo avendo anche la farina di pistacchio nell'impasto era fuori concorso.
Oggi vi posto solo quello che dovrebbe essere in gara, rimandando al babà "alieno", che comunque meritava tanto in fatto di gusto e di presenza, un altro post non attinente alla gara.
 



Babà al pistacchio
Ricetta di Antonietta
Dosi per uno stampo da 23 cm (io ho usato questo stampo con cono da budino della Guardini)
Per il babà
- 300 g di farina  Manitoba
- 3 uova grandi
- 100g di burro
- 100 g di latte
- 25 g di zucchero
- 10 g di lievito di birra
- 1/2 cucchiaino di sale fino
- 40 g di gocce di cioccolato fondente

 
- Preparare il lievitino. Sciogliere il lievito di birra con 50 g di latte tiepido e 1 cucchiaino di zucchero e impastarli con 70 g di farina, tutti presi dal totale degli ingredienti. Lasciar lievitare fino al raddoppio, coprendo la ciotola con un telo inumidito.
- Battere le uova e versarle nel cestello della macchina del pane insieme al lievitino, addizionarvi sopra la rimanente farina (230g), avviare l'impasto e aggiungere il latte un cucchiaio alla volta per ottenere una massa morbida ma non molle. Terminato il programma impasto (il mio 15 minuti), spegnere, coprire e lasciar lievitare per 80/90 minuti o comunque fino al raddoppio.
- In una ciotolina lavorare il burro a pomata, impastandolo con il restante zucchero (20 g) e il sale.
- Riavviare l'impastatrice e poco per volta il burro lavorato, aggiungendo il successivo solo quando il precedente è assorbito bene. Terminare il programma di impasto, addizionando le gocce di cioccolato solo negli ultimi due minuti.
- Disporre l'impasto nel ruoto da babà ben imburrato e porre a lievitare nel forno a luce accesa fino al triplicare del volume (circa 2 ore ma anche meno se fa molto caldo).
- Preriscaldare il forno a 200°C ed infornare il babà a 180°C , coprendo con carta alluminio a metà cottura o comunque quando comincia a scurire.
- Sfornare il babà e lasciar intiepidire.


Per la crema al pistacchio
- 3 tuorli
135 g di zucchero
- 30 g di farina
- 400 ml di latte
- 3 cucchiai di farina di pistacchio

- Portare il latte quasi al bollore, spegnere e addizionare la farina di pistacchio. Lasciare in infusione circa 30 minuti
- Lavorare con una frusta i tuorli con lo zucchero, fino a farli diventare chiari e gonfi, aggiungere la farina, quindi il latte a filo, riportare su fiamma e addensare la crema.



Per la bagna al pistacchio e la finitura
- 3 bicchieri di acqua
- 300 g di zucchero
- 2 cucchiai di farina di pistacchio
- 1 bicchiere di rhum (facoltativo*)
- 3 cucchiai di marmellata di albicocche
- 2 cucchiai di acqua
- granella di pistacchio

- Portare a bollore acqua e zucchero e addensare per 7-8 minuti.
- Spegnere e aggiungere la farina di pistacchio, lasciando in infusione per almeno 30 minuti, quindi filtrare con un colino a maglie strette o con garza pulita.
- Addizionare il liquore.

Bagna del babà e finitura
- Versare la bagna sul babà ancora nello stampo, dopo circa 2 ore colare la bagna e capovolgere il dolce nel piatto di portata, quindi proseguire bagnando di tanto in tanto con un mestolo. Raccogliere la bagna dal fondo e ripetere.
- Mescolare la marmellata di albicocche e l'acqua e riscaldare bene, quindi passare al frullatore a immersione e pennellare il babà.
- Decorare con la crema pasticcera e la granella di pistacchio


* ho usato il liquore solo in uno dei due babà

Con questa ricetta partecipo all'MTC di maggio

 

33 commenti:

  1. Questo mese è' come avere un'amica che ti passa la sua ricetta e ti dice "provala a fare così e vedrai che buona": dici bene, perchè il senso vero dell'mtchallenge è proprio questo. E lo si capisce perfettamente quando ci si cimenta con ricette che ci appartengono e che quindi si conoscono bene, ma che si abbandonano, anche solo per una volta, per la fiducia che si ripone nella persona che le propone e nel riconoscere in dosi e procedimenti differenti la stessa "aria di casa" che si respira nelle nostre cucine. Si vede che questo è un dolce che ti appartiene, Natalia, perchè l'esecuzione tradisce la disinvoltura di una pratica abituale: è riuscito benissimo, così come benissimo stanno gli abbinamenti che hai scelto: ne risulta un dolce "trionfale", che rispecchia in pieno anche la natura del babà, regale e opulento. E quelle gocce di cioccolato che si intravvedono sono un attentato a qualsiasi proposito di prova costume. Bravissima!

    RispondiElimina
  2. Questo babà è la fine del mondo!! Complimenti :-). Me lo segno!! Un bacione

    RispondiElimina
  3. che bello natalia è uno spettacolo di baba' e con quelle gocce di cioccolato ottimo .anche io faccio tanti babà ma non sempre riesco a postare le ricette forse perche' per noi è normale farlo chissa'
    spero di vederti presto un bacio

    RispondiElimina
  4. O_O complimenti è stupendo Natalia!!

    RispondiElimina
  5. Io vado matta per il pistacchio per non parlare del babà che da buona napoletana adoro ma questa versione la devo assolutamente provare tesoro è uno spettacolo!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  6. Bellissimo, elegante, raffinato... mica ce n'è ancora un pezzetto?? :D

    RispondiElimina
  7. Io il babà non l'avevo mai fatto e -giuro- nemmeno mai assaggiato! Si, che vergogna lo so, ma non mi piace mangiare i piatti/dolci tipici di un posto assaggiandoli lontano da dove vengono prodotti con consapevolezza a tradizione, così quei piccoli e un po' tristi babà trovati in pasticceria li ho lasciati li dov'erano. Ora, dopo aver fatto la ricetta d Antonietta ne vorrei a chili ancora, e più vedo le prime ricette e più vorrei assaggiarle. Qui mi piace tutto, la consapevolezza, gli abbinamenti ed ovviamente il pistacchio, che regna senza invadere. Ottima proposta, mi piace e quella crema al pistacchio la conservo per qualche ricetta da farcire!

    RispondiElimina
  8. è divino e anche io opterò per le gocce di ciocco! sei sempore bravissima, è intuile ripeterlo, ma fa sempre bene!!!!

    RispondiElimina
  9. Ecco un altro babà meraviglioso!!!! ammazzama quantosiete brave??io son capace solo a mangiarmelo hihihih.. un baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia prova a farlo anche tu! Non è assolutamente difficile.

      Elimina
  10. Da un po' di tempo,ho visto in giro delle sfogliatelle al pistacchio,ma al babà al pistacchio non ci aveva ancora pensato nessuno. Ci volevi tu con questo capolavoro!

    RispondiElimina
  11. Sua Maestà, u' Babbà! E' fenomenale!!! Ti è riuscito davvero davvero bene... è un sacco di tempo che non ne mangio uno come si deve... mi hai fatto venire una voglia!:)

    RispondiElimina
  12. maestoso una versione di vera alta cucina!
    concordo la ricetta è magnifica ma tu l'hai resa molto più buona con i tuoi abbinamenti.
    baci

    RispondiElimina
  13. che ricetta fantastica, mi piacciono entrambe le versioni, ma il cioccolato lo preferisco!!! Baci Sabry

    RispondiElimina
  14. che belle versione del babà cosi bello alto è uno spettacolo, delicatissima e profumatissima la crema al pistacchio

    RispondiElimina
  15. Stravedo sia per il babà che per il pistacchio..quindi mi autoinvito da te!!!! :D Slurp!!! :P
    Bravissima,baci cara

    RispondiElimina
  16. Adoro i pistacchi e la tua versione mi ha veramente conquistata! chissà che sapore meraviglioso! bravissima!!

    RispondiElimina
  17. questa versione al pistacchio è divinamente golosa!!!!!!!!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  18. una meraviglia!!!!!! complimenti

    RispondiElimina
  19. Meraviglia delle meraviglie, complimenti, nulla da invidiare al babà tradizionale...un abbraccio a presto!!!

    RispondiElimina
  20. Mi hai fatto ritornare bambina con l'immagine del cartoccio;ogni volta curiosa guardavo quando veniva aperto e il babà non lo prendevo mai perché troppo liquoroso e troppo stucchevole per i miei gusti. Amavo solo la zuppetta e la sfogliatella.Poi da grande l'ho scoperto e l'ho apprezzato.Ogni famiglia ha la sua ricetta super collaudata e sapere che nonostante questo tu hai accolto la mia nel tuo ricettario è un grande onore per me.Io ci entro in punta di piedi soprattutto perché sei una campana.
    Quella crema al pistacchio racchiude in sè nello stesso tempo una voluttà e una semplicità che mi hanno conquistata e che devo assolutamente provare quanto prima.
    Ti abbraccio forte e ti ringrazio con tutto il cuore

    RispondiElimina
  21. Mi hai fatto ritornare bambina con l'immagine del cartoccio;ogni volta curiosa guardavo quando veniva aperto e il babà non lo prendevo mai perché troppo liquoroso e troppo stucchevole per i miei gusti. Amavo solo la zuppetta e la sfogliatella.Poi da grande l'ho scoperto e l'ho apprezzato.Ogni famiglia ha la sua ricetta super collaudata e sapere che nonostante questo tu hai accolto la mia nel tuo ricettario è un grande onore per me.Io ci entro in punta di piedi soprattutto perché sei una campana.
    Quella crema al pistacchio racchiude in sè nello stesso tempo una voluttà e una semplicità che mi hanno conquistata e che devo assolutamente provare quanto prima.
    Ti abbraccio forte e ti ringrazio con tutto il cuore

    RispondiElimina
  22. Il babà invece da noi non compariva mai nel vassoio della domenica...ma siamo romani e forse ci sta: anche perché ancor oggi quasi impossibile trovare un babà degno di questo nome a Roma. Ok...anche l'idea della crema al pistacchio è andata! cri

    RispondiElimina
  23. Ottima l'idea del pistacchio e l'aspetto del babà è davvero uno spettacolo! Complimenti e un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  24. Cara Natalia, un babà degno di un re , questo che hai realizzato.
    Quelle gocce di cioccolato, poi, lo rendono ancora più goloso e l'insieme dei sapori è sicuramente perfetto.
    Anche a casa dei miei le paste della domenica erano quelle, insieme ai bignè, io il babà l'ho sempre apprezzato proprio per quella nota alcolica, per fortuna che la mia carriera si è interrotta lì, visto che oggi sono astemia, ma al profumo del rum non so resistere.

    Buona giornata :)

    RispondiElimina
  25. Che spettacolo Natalia, una vera bontà!! E' un bel po' che non passo, tutto ok? Dalle ricette sembrerebbe proprio di sì ;-)
    Ti abbraccio forte e scappo via prima di farmi sbranare dalla voglia di babbà!!

    RispondiElimina
  26. La ricetta è spettacolare ma la maestria nel realizzarlo ci vuole e tu ne hai messa proprio tanta!

    RispondiElimina
  27. Io i pistacchi li adoro e vedere il tuo babà con la crema e la bagna al pistacchio mi fa girare la testa! Bella idea!

    RispondiElimina
  28. Mmm, che buona la crema di pistacchi!! Brava, brava, brava!

    RispondiElimina
  29. bellissimo in versione "grossa", con questa crema al pistacchio così bella e di cui posso solo immaginare la bontà.
    per tacer del fatto che ti è venuto perfetto...
    questa sfida è cominciata davvero alla super-grande!

    RispondiElimina
  30. Tu con il pistacchio mi hai conquistato totalmente!!! Lo adoro!!! Volevo farne anche io una crema ma non avendola mai fatta ho paura di non riuscire a farla bene... quasi quasi provo la tua, ha un aspetto meraviglioso!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...