giovedì 7 novembre 2019

Pane bianco a lievitazione naturale


Eccoci con un nuovo appuntamento con gli amici del Granaio! Per questo primo giovedì vi propongo il mio pane bianco a lievitazione naturale, realizzato con sola farina 00. Un pane semplice, ideale per farci la scarpetta, per accompagnare salumi e formaggi o per essere gustato semplicemente con un filo d'olio. Questo è il mio pane preferito anche per fare le bruschette. 

Naturalmente, potrete realizzare questo pane anche con del lievito di birra ma ovvio che non avrete quel sapore e quella conservabilità unica, conferito dal lievito madre.


Pane bianco a lievitazione naturale 
- 500 g di farina 0
- 100 g di pasta madre
- 300 ml di acqua a temperatura ambiente
- 10 g di sale fino

                                                   


- Nella ciotola dell'impastatrice, miscelate la farina e l'acqua
- Mescolate velocemente a bassa velocità, poi coprite e lasciate riposare per circa 40 minuti.
- Trascorso questo tempo, addizionate il lievito madre spezzettato e iniziate a impastare.
- Lasciate lavorare la macchina per almeno una ventina di minuti: alla fine dovrete avere un impasto morbido, elastico e omogeneo.
- Spegnete l'impastatrice, fate una palle e mettetela in una ciotola precedentemente unta con poco olio.
- Coprite con pellicola e lasciate riposare l'impasto a temperatura ambiente per un paio d'ore, durante le quali farete le pieghe in ciotola tre volte ogni 40 minuti (spiego qui come fare)
- Trascorse le due ore, e fatta l'ultima piega, trasferite la ciotola (sempre coperta con la pellicola alimentare mi raccomando), in frigorifero per un periodo variabile che può andare dalle 12 alle 48 ore.
- Il mattino seguente, estraete la ciotola dal frigo e senza toccare la pasta lasciatela ambientare per 2 ore.
- Rovesciate la pasta sulla spianatoia infarinata, appiattite delicatamente il panetto e poi fate un giro di pieghe: tirate un lembo del pane e lo portate al centro e fate lo stesso con l'altro lato.
- Adagiate la forma di pane in un cestino rivestito con un canovaccio pulito, cosparso di farina, coprite bene (una bella copertina in pile è l'ideale) e lasciate lievitare il luogo caldo fino a che non è pronto (ve ne accorgerete quando la superfice inizia a spaccare)
- A questo punto, pre-riscaldate il forno alla massima potenza (io ci ho messo anche la ciotolina con l'acqua per creare la giusta umidità).
- Rovesciate il pane sulla teglia cosparsa con farina di semola e infornate per i primi dieci minuti alla massima potenza, poi iniziate ad abbassare pian piano fino ad arrivare a 190°C con sportello semiaperto.
- Completate la cottura del pane, ci vorrà circa 1 ora: il vostro pane sarà pronto quando la crosta è dorata e se suonate con le nocche sul suo fondo questo produce un rumore vuoto.

Ed ecco le altre ricette del paniere 

9 commenti:

  1. Bellissimo! stupendo! non ho parole 😍vorrei averne una fetta e Gustarlo con un salame casereccio. Brava Nat👏

    RispondiElimina
  2. wow che pane!!!!!!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  3. Sì anche a me una fetta col salame! Bravissima, a presto, bacioni :)

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia il tuo pane, Natalia, mi sembra quasi di sentire il profumo e il rumore della crosta che fa "scroc" :-)

    RispondiElimina
  5. Ma che brava! Questo pane è meraviglioso! Quante belle scarpette ci farei.... :-D

    RispondiElimina
  6. Una meraviglia fuori da qualsiasi dubbio che bolle e che colore sia esterno che interno

    RispondiElimina
  7. Mamma mia questa pagnotta è pura poesia. Me la immagino, crosta croccante e interno soffice come una nuvola. Bravissima

    RispondiElimina
  8. Semplicemente perfetto questo pane!! Guarda lì che bolle nella mollica!! Chissà che buono! Peccato a non poter allungare la mano e prenderne una fetta!

    RispondiElimina
  9. Adoro il profumo di pane appena sfornato.... Bravissima!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...