giovedì 2 gennaio 2020

Pasta con crema di noci e pinoli, porri e pancetta


Primo appuntamento dell'anno con il gruppo dell'Italia nel Piatto. Le feste sono quasi passate, manca solo l'Epifania per un'ultima scorpacciata di leccornie. Nonostante le grandi abbuffate di questi giorni, è molto probabile che in dispensa vi ritroverete molta frutta secca da smaltire. Naturalmente potrete consumarla con tutta calma, visto che la frutta secca si conserva per mesi, ma la nostra idea per questo nuovo inizio è quello di usarla per preparare qualcosa di sfizioso e stuzzicante. 

Per la Campania ho deciso di usare un nostro prodotto tipico molto conosciuto e apprezzato: la noce di Sorrento, originaria della penisola sorrentina. La noce di Sorrento è molto apprezzata per la facilità con la quale è possibile estrarre i gherigli interi e che per questo sono usati in pasticceria. Il sapore di questa noce è delicato, adatta per essere consumata fresca oppure nei prodotti da forno, nei primi piatti oppure per accompagnare le carni. In Campania ne esistono diversi biotipi che si differenziano sostanzialmente per la forma, che può essere piccola o allungata, appuntita o tonda. 



Pasta con crema di noci e pinoli, porri e pancetta
Dosi per 4 persone
- 380 g di pennette
- 100 g di gherigli di noci
- 40 g di pinoli
- 100 g di pancetta
- 3 grosse fette di pane di cui userete solo la mollica
- latte quanto basta
- 1 grosso porro
- Olio extravergine di oliva
- Prezzemolo fresco
- Sale e pepe

- Mettete in ammollo la mollica di pane nel latte
- Intanto, pulite il porro e tagliatelo a rondelle, poi fatelo appassire nell'olio caldo
- A parte, cuocete la pasta in acqua bollente salata
- In un padella tostate i pinoli
- Con un mixer a immersione frullate il pane ammorbidito a cui avrete aggiunto anche le noci, 3/4 dei pinoli e il porro appassito: dovrete ottenere una crema omogenea.
- Nella padella di cottura del porro, aggiungete la pancetta e fatela rosolare
- Scolate la pasta al dente, poi passatela nella padella con la pancetta, aggiungete la crema di frutta secca, i pinoli tostai rimasti e il prezzemolo tritato
- Aggiustate di sale, se occorre, e pepate a piacere
- Volendo potrete aggiungere anche uno o due cucchiai di panna da cucina.
- Servire caldo

Ed ecco le nostre altre proposte
Italia nel piatto: Ricicliamo la frutta secca?

10 commenti:

  1. Che buon sughetto… molto goloso! Da provare assolutamente :)
    Tanti auguri di buon anno.

    RispondiElimina
  2. Ammetto che questa pasta mi aveva ingolosito appena vista, adesso l'acquolina è tanta non mi resta che prepararla e so che sarà buonissima, ho anche le noci di Sorrento 😋

    RispondiElimina
  3. Ma che gola mi fa questo piatto...una vera delizia! Lo proverò prestissimo!
    Baci e buon anno,
    Mary

    RispondiElimina
  4. Ma quanto adoro i primi e questo piatto è da acquolina! Un'altra ricetta da provare al più presto!
    Milena

    RispondiElimina
  5. Che bel piattino cremoso, molto invitante! Penso proprio che lo proverò, auguri Natalia, per un bellissimo 2020

    RispondiElimina
  6. Molto, molto sfiziosa questa pasta, brava!

    RispondiElimina
  7. Ecco un delizioso piatto di pasta! Dopo tanti dolci ci voleva a dar manforte al mio.... un bacione Nat a presto :)

    RispondiElimina
  8. Mi piace molto la pasta abbinata a frutta secca, e questa sembra davvero deliziosa!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...