lunedì 2 maggio 2022

Panzarotti napoletani

 


Per questo nuovo appuntamento con gli amici dell'Italia nel Piatto vi parleremo di "Aperitivo" e delle ricette tipiche regionali che accompagnano questo momento tanto piacevole e tanto amato da tutti. 
Un classico che non manca mai negli aperitivi campani è il panzarotto di patate, delle buonissime crocchette di patate farcite con salumi e formaggi. 
A Napoli i panzarotti sono serviti nel classico cuoppo di fritti di terra insieme agli arancini, alle pizzelle di pasta cresciuta, alle verdure panate, alle frittatine di pasta e agli scagliozzi
I cuoppi sono tanti e diversi e non sempre tutti questi alimenti ci sono ma in genere quello che non manca mai è proprio il panzarotto di patate che tra l'altro a Napoli fanno con una bella caricata di pepe. 

In famiglia abbiamo sempre preparato i panzarotti di patate farcendoli con tutto quello che ci piaceva, non solo salame ma anche prosciutto cotto, formaggio pecorino e per il cuore filante usavamo tutti i tipi di formaggio che volevamo. In effetti spesso ci siamo allontananti dalla tradizione, ma il nostro divertimento era proprio quello di creare ogni volta dei panzarotti diversi e gustosi. 


Panzarotti napoletani

Ingredienti

- 1 Kg di patate 
- 2 uova
- 50 g di parmigiano grattugiato
- 70 g di caciocavallo tritato
- 120 g di salame tipo Napoli tritato (oppure prosciutto cotto) 
- 1 scamorza passita piccola oppure due mozzarelle ben gocciolate 
- un ciuffo di prezzemolo 
- Pepe
- Sale
- Pangrattato quanto basta per la panatura
- Olio di semi per friggere 

Procedimento

- Lavate le patate, ponetele in una casseruola e lessatele fino a che non diventeranno tenere. 
- Sbucciate le patate e passatele allo schiacciapatate, fate raffreddare. 
- Aggiungete al composto di patate le uova, il formaggio grattugiato, il caciocavallo,  i salumi, il prezzemolo tritato, il sale e il pepe.
- Impastate bene il composto di patate che deve essere morbido e appiccicoso.
- Tagliate a striscioline la mozzarella oppure la scamorza passita. 
- Formate i crocchè: prelevate un po' di composto, appiattitelo tra le mani, disponete una striscia di scamorza passita o di mozzarella al centro della pasta, poi chiudete formando il crocchè. 
- Passate ogni crocchè nel pangrattato, poi friggeteli nell'olio caldo.
- In alternativa potrete cuocere i vostri panzarotti al forno, a 180°C fino a doratura. 

Nota
- per avere una crosta dorata e croccante vi svelo un piccolo trucchetto di famiglia: in base alla quantità di panzarotti, battete del bianco d'uovo e qui passate ogni crocchè. Fate gocciolare bene ogni pezzo poi tuffatelo dell'olio caldo. Questo sistema è ottimo per non fare aprire i panzarotti in cottura e per consumare eventuali albumi da smaltire. 


Ecco le ricette proposte dalle altre regioni

Valle d’Aosta: Polentine dorate con crema di broccolo e tonno
Liguria: frittata di cipolle

7 commenti:

  1. Troppo buoni, Nat. Sai che ho fatto un blitz a Napoli dopo Pasqua e ho visto Tosca al San Carlo? E' sempre magica Napoli :)

    RispondiElimina
  2. Ho l'acquolina in bocca Nat! La vostra cucina è irresistibile e le tue proposte son sempre favolose!

    RispondiElimina
  3. Irresistibili. Non a caso sono un classico!

    RispondiElimina
  4. E beh...semplicement SPAZIALI! Goduria allo stato puro!

    RispondiElimina
  5. Mamma mia che delizia, adoro tutto ciò che è partenopeo e che dire: di questi non so quanti ne mangerei!!!

    RispondiElimina
  6. Solo a leggere panzarotti mi viene l'acquolina in bocca Natalia! Poi vedo questi bellissimi cilindri golosi e vorrei trasferirmi da te!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  7. una ricettina veramente deliziosa :-P

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...