domenica 4 settembre 2022

Tisana fatta in casa alla mora di rovo




Non so voi ma io ho una vera e proprio passione per tè, infusi e tisane e spesso me li autoproduco in casa con le essenze officinali che trovo in natura. Ancora meglio se riesco ad ottenerli da scarti di prodotto, così recupero ingredienti ancora buoni che altrimenti andrebbero persi. Ad esempio lo faccio con le bucce di agrumi oppure con gli scarti della centrifuga. Con i prodotti disidratati oltre a farci preparati per infusi e tisane, produco anche una polvere che uso per aromatizzare e colorare gli impasti freschi oppure i primi piatti. 




Questa tisana alla mora di rovo nasce proprio da uno scarto in cucina. Per realizzare la confettura di mora selvatica  e ottenere un prodotto più liscio e omogeneo passo allo staccio la mora cotta nello zucchero. E' un'operazione che vi consiglio perché altrimenti vi verrebbe una confettura piena di semini duri e fastidiosi. 

Quest'anno ho raccolto una bella quantità di mora selvatica e mi dispiaceva buttare via tutto quello scarto ricco di principi nutritivi e di fibre alimentari. Così ho deciso di provare a recuperare il tutto con la disidratazione. 

L'idea iniziale era quella di produrre uno sfarinato per fare la pasta fresca colorata, ma il mio piccolo macinino non è stato in grado di ridurre in polvere il prodotto disidratato. Infatti per ottenere una farina a partire dalla mora disidratata occorre un cutter professionale. 




Differenza tra infuso e tisana
In molti si chiedono qual è la differenza tra infuso e tisana. Ve la spiego subito.

Infuso: preparato per bevanda realizzato con foglie, fiori e frutti tutti della stessa pianta; pertanto l'infuso si prepara versando acqua bollente (infusione) su queste essenze naturali. Ad esempio, infuso alla camomilla, infuso alla menta, etc. 
 
Tisana: preparato per bevanda realizzando con foglie, fiori e frutti di piante diverse. Ad esempio tisana ai frutti di bosco e scorze d'arancia, oppure tisana alla pera e limone.


Attenzione: il preparato alla mora di rovo che vi presento oggi è una tisana perché al suo interno sono contenute anche pezzi di mela 🍎con la buccia, naturalmente queste provengono dal nostro orto e non sono trattate. 


Benefici della tisana alla mora di rovo

Le tisane e gli infusi sono bevande molto apprezzate sia d'estate, da consumare fredde, che d'inverno, calde e fumanti.  

Tisane e infusi sono apprezzate non solo per il piacere che danno nel consumarle ma anche per gli importanti effetti benefici che esse apportano al nostro organismo.

Le more sono frutti ricchi di proprietà salutari e di principi nutritivi. Naturalmente per beneficiarne appieno bisognerebbe consumare questi frutti allo stato fresco, e questo è possibile solo ad agosto-settembre.  

Conservando il prodotto sotto forma di confetture o di tisane una parte dei principi nutritivi viene senza dubbio persa, è il caso delle vitamine, che sono molto labili al calore, cioè si distruggono. Però una parte dei sali minerali si conserva, come pure le fibre e buona parte degli antiossidanti. Proprio a riguardo di questi ultimi c'è un interessante articolo scientifico che mostra gli studi condotti sul contenuto di antociani in sambuco e lampone dopo la cottura e pare che buona parte di questi pigmenti si conservi nel prodotto cotto. 

Pertanto la tisana alla mora di rovo, come la sua confettura, possono rappresentare una buona fonte di:

  • sali minerali, in particolare Potassio e Rame; 
  • antocianine, pigmenti vegetali con una potente azione antiossidante, che aiutano a combattere i radicali liberi.
  • il preparato per tisana, se usato per fare snack alla frutta secca, può essere anche un'ottima fonte di fibre alimentari. 


Provate anche le foglie di mora

Per rendere ancora più ricca e benefica la vostra tisana, potrete aggiungere al preparato anche le foglie disidratate di questa pianta, che pare apportino ulteriori benefici all'organismo. Le foglie di mora contengono infatti Ferro, Calcio, Magnesio e Potassio. Contengono inoltre Flavonoidi, anch'essi potenti antiossidanti. La tisana alle foglie di more ha anche proprietà rilassanti e pare stimoli il sistema immunitario grazie ai principi nutritivi in esse contenuti. 




Come preparare la tisana alla mora di rovo e mela

Se volete preparare la vostra tisana alla mora potrete seguire due strade:

  1. Disidratare le more intere per poi macinarle finemente
  2. Realizzare, come ho fatto io, la vostra confettura casalinga, passare allo staccio la confettura e usare lo scarto per il vostro infuso. 
Io vi consiglio l'opzione due: con un po' di lavoro in più otterrete una buonissima confettura per l'inverno e un preparato per le vostre tisane. Tra l'altro ricordate che lo scarto contiene bucce e semi, pertanto è ricco di fibre e principi nutritivi che altrimenti andrebbero persi. 

Nota: lo stesso procedimento può essere utilizzato quando preparate le confetture di lamponi o quelle miste ai frutti di bosco. 


Step 1
Prepariamo la confettura di more selvatiche e mele
Cliccate a questo link per leggere il procedimento. 

Step 2
Disidratiamo lo scarto.
  • Disponete lo scarto su carta forno, mi raccomando non ammassate il composto altrimenti farete più fatica ad essiccare il tutto. 
  • Io ho usato un disidratatore a torre, alla temperatura di 55C° per 24 ore.
  • Se non avete il disidratatore potrete essiccare in forno alla temperatura minima, sempre per il tempo sopra indicato.
  • A metà percorso rigirate la more, eventualmente spezzettando e dividendo i frammenti.
Step 3
Maciniamo il prodotto disidratato
  • Macinare le more disidratate con un macinino, meglio ancora se avete un cutter professionale. 
  • In base alla potenza del vostro macchinario potrete ottenere un prodotto con diversa grana di macinazione. Io ho usato un macina caffè, vedi foto sotto per il prima e il dopo. 
  • Disporre il prodotto macinato nuovamente su carta forno e proseguire con l'essiccazione ancora per un'ora o due. Importante perché il prodotto finale deve essere ben asciutto.
  • Sistemare la tisana in barattoli a chiusura ermetica. 




Come conservare la tisana
E' molto importante conservare la tisana al riparo dall'umidità e al buio: 
  • in barattoli di latta
  • in bustine di plastica trasparente ben sigillate 
  • in sacchetti di garza ben chiusi in scatole di cartone
Le tisane fai da te sono una bella idea regalo per amici e parenti, un prodotto naturale da donare a chi è appassionato di queste bevande. 

Io realizzerò delle confezioni regalo per Natale. Preparerò delle scatoline con biscotti fatti in casa e tisane in sacchetti di garza. 
Attenzione: se regalate la tisana sfusa, in barattoli di latta ad esempio, aggiungete anche un piccolo infusore, costano poco e saranno una cosa gradita per chi non ne è fornito, anche perché sono necessari quando si usano tisane, tè e infusi sfusi. 

Ottime anche per preparare barrette proteiche
Il preparato per tisana è anche un ottimo ingrediente per preparare le barrette proteiche home made. In questo caso, oltre ai principi nutritivi di cui vi ho parlato, potrete anche beneficiare del contenuto di fibre di questi alimenti. 




1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...